tecniche di scrittura
In un mondo che corre, in cui il tempo e l’attenzione sono risorse sempre più scarse, ognuno di noi ha l’obbligo morale di rispettare il proprio interlocutore anche con una scrittura chiara, efficace e curata.
Alfonso Cannavacciuolo
Manuale di copywriting e scrittura per il web: Teoria, pratica e strumenti per scrivere meglio

Chiarezza, coerenza e concisione

In questo secondo articolo della serie “Imparare a scrivere”, parliamo delle tecniche di scrittura utili per il business writer.

Le caratteristiche di una scrittura efficace sono sintetizzate dalla regola delle 3 C:

1. ChiarezzaLa chiarezza è fondamentale nella scrittura efficace. Questo significa che le tue idee dovrebbero essere presentate in modo chiaro e diretto in modo che il lettore possa comprenderle facilmente. Evita frasi complesse o ambigue che potrebbero confondere il lettore. Usa un linguaggio semplice e evita l’uso eccessivo di tecnicismi o parole difficili da capire. Usa esempi concreti e illustrazioni per rendere più chiare le tue idee.

2. Coerenza: La coerenza è un’altra caratteristica chiave di una scrittura efficace. La tua argomentazione dovrebbe procedere in modo logico da un punto all’altro e portare il lettore in modo coerente alla conclusione desiderata. Puoi utilizzare paragrafi di transizione per collegare le diverse parti del tuo testo e garantire una transizione fluida tra le idee. Inoltre, mantieni una struttura coerente nel tuo articolo, ad esempio, utilizzando un formato di paragrafo uniforme e seguendo uno stile di scrittura coerente.

3. ConcisioneLa concisione è essenziale per mantenere il lettore impegnato e interessato. Evita di aggiungere informazioni irrilevanti o ridondanti al tuo testo. Concentrati sulle informazioni essenziali e riduci al minimo l’uso di parole superflue. Usa frasi brevi e dirette per esprimere le tue idee in modo efficace. Revisiona attentamente il tuo testo per eliminare qualsiasi inutile verbosità o ripetizione.

La quarta caratteristica fondamentale di una scrittura efficace è la capacità di convincere il lettore. Oltre a comunicare chiarezza, coerenza e concisione, un buon scrittore deve anche essere in grado di influenzare le opinioni, le idee o i comportamenti del pubblico. Ecco alcuni modi per sviluppare questa capacità:

  • Argomentazione solida: Per persuadere il lettore, devi presentare un argomento solido e convincente. Usa dati, fatti e prove concrete per sostenere le tue affermazioni. Mostra perché la tua posizione è valida e meriterebbe l’attenzione del lettore.
  • Ricerca approfondita: Prima di scrivere, effettua una ricerca approfondita sull’argomento. Questo ti consentirà di avere una comprensione completa e di essere in grado di affrontare le argomentazioni contro la tua posizione.
  • Empatia: Comprendere il punto di vista del tuo pubblico è fondamentale per convincerli. Mettiti nei loro panni e cerca di anticipare le loro obiezioni o preoccupazioni. Affronta queste preoccupazioni nel tuo scritto in modo da dimostrare che hai tenuto conto delle diverse prospettive.
  • Stile persuasivo: Utilizza uno stile di scrittura persuasivo che coinvolga emotivamente il lettore. Puoi farlo utilizzando storie, aneddoti o esempi concreti che colpiscano l’emozione del lettore. Usa anche un tono positivo e motivante per spingere il lettore a considerare la tua posizione.
  • Chiarezza nell’obiettivo: Prima di iniziare a scrivere, è importante avere chiari l’obiettivo e il risultato desiderato. Sai esattamente cosa vuoi che il lettore faccia o pensi dopo aver letto il tuo articolo. Questa chiarezza ti aiuterà a scrivere in modo più persuasivo.

In sintesi, la capacità di convincere è un elemento cruciale della scrittura efficace quando l’obiettivo è influenzare le opinioni o i comportamenti del lettore. Combinando la chiarezza, la coerenza, la concisione e la capacità di convincere, puoi creare un testo potente e influente che raggiunge il suo scopo con successo.

Consigli pratici per la scrittura

I seguenti consigli potranno esserti utili per scrivere con chiarezza ed efficacia:

  • non complicare un pensiero semplice
  • non usare sarcasmi, espressioni gergali, aggettivi peggiorativi o umorismo fuori luogo
  • non cedere ai luoghi comuni: il più delle volte non hanno proprio niente da dire
  • circoscrivi il tema del tuo scritto ad un argomento specifico e trattatalo in modo originale
  • evita un’eccessiva condiscendenza verso il pubblico

Ogni genere di comunicazione ha il proprio lettore. Sebbene sia opportuno ragionare di volta in volta su chi andrà a leggerci alcune regole valgono sempre:

  • Rispettare il livello di competenza del proprio pubblico aiuterà a mantenere l’interesse senza creare distanze tra le parti
  • Pur potendo supporre che i lettori ne sappiano di meno sull’argomento di chi scrive, evitate l’uso di toni paternalistici o di arrogante superiorità

Per non perdere il lettore lungo il percorso della propria esposizione, è utile attuare alcuni accorgimenti. Prima di tutto è opportuno tenere sempre il lettore concentrato sul percorso: anche se si cercherà di divertirlo o di coinvolgerlo, tutto ciò che verrà detto si dovrà sempre ricollegare al punto principale. Un discorso efficace, infatti, contiene sempre chiare indicazioni di percorso che ricordano agli ascoltatori dove sono stati, dove si trovano e dove sono diretti! È possibile anche fare leva sull’interesse personale e parlare al lettore direttamente, con l’uso della seconda persona, se lo scritto non deve avere un’ufficialità troppo alta. Se invece l’intento è quello di essere oggettivo, è opportuno l’uso del si impersonale, ma in questo caso il coinvolgimento sarà certo minore.

Tecniche di scrittura: il questioning

Una tecnica molto usata per tenere alta l’attenzione del lettore è quella del Questioning o Questions and Answers. Il questioning è l’arte di porre le domande per ottenere le risposte. Fondamentale per ogni comunicatore. Nella scrittura, la domanda apre la relazione con il lettore, sposta il centro dell’attenzione su di lui, lo invita a rispondere. Una domanda in apertura di una lettera, o nel post-scriptum, o nel titolo di una relazione, ottiene dal lettore attenzione e disponibilità.

Si può esprimere un concetto in forma affermativa, ma la domanda risulta essere più incisiva, più drammatica, più emotiva.
Spesso le domande sono usate nei titoli, ma anche all’interno dei testi hanno notevole efficacia, soprattutto quando servono a convincere il lettore a fare o pensare qualcosa! La domanda è efficace proprio perché invita a rispondere e quindi apre una relazione con l’interlocutore.

Senti la differenza tra: «Fino a quando abuserai, o Catilina, della nostra pazienza?» e lo stesso pensiero in forma affermativa: «Ehi, Catilina, adesso hai proprio abusato della nostra pazienza». Un abisso, vero? La domanda è più potente, più emotiva, più drammatica.

“Ogni comunicazione scritta opera in vista di un fine – vendere un prodotto, documentare una
riunione, chiarificare una procedura – il cui raggiungimento dipende dall’interazione con il
lettore. Operativamente, se il business writer si adagia sulla ripetizione delle stesse parole, o
sull’utilizzo di altre che si assomigliano tra loro, magari per lunghezza o suono , crea un effetto quasi di fastidio o di noia.”
Alessandro Lucchini, Business Writing

Tecniche di scrittura: la variatio

Lo stesso vale per le frasi che possono avere lo stesso tono o le stesse dimensioni. Tutto questo allontana e rischia di far perdere il proprio lettore, nonostante l’argomentazione buona o l’interesse iniziale alto. Una soluzione arriva dalla saggezza antica ed al contempo attuale dei latini: l’uso della “variatio”, così come ci hanno insegnato a scuola, non permetterà al lettore di adagiarsi sul testo. La variatio, o variazione continua, significa alternanza di parole brevi (più efficaci) e lunghe (meglio assimilabili). Oppure alternanza di periodi veloci e periodi più ampi e meditativi. La variazione inoltre può comprendere tono, ritmo e stile.
In essi l’inserimento di aneddoti esemplificativi, paragoni pertinenti ed immagini chiare ed accattivanti faranno in modo da rendere più efficace qualsiasi argomento.

Tecniche di scrittura: lo storytelling

Il racconto di storie è una tecnica potente nel business writing. Attraverso storie rilevanti e coinvolgenti, un autore può trasmettere messaggi complessi in modo più digeribile. Questo avvicina il lettore, rendendo l’argomento più relatabile e memorabile. Il storytelling può essere utilizzato per illustrare casi di studio, esperienze di clienti, o per spiegare il background di un prodotto o servizio. Le storie aiutano a stabilire una connessione emotiva con il lettore, aumentando l’impatto del messaggio.

Utilizzo di esempi ed analogie

Per rendere i concetti astratti più accessibili e comprendere meglio il testo, l’uso di esempi concreti e analogie può essere estremamente utile. Questo metodo aiuta a spiegare concetti complessi in termini più semplici e familiari. Le analogie permettono ai lettori di collegare nuove idee a quelle già conosciute, facilitando la comprensione e il ricordo. Inoltre, gli esempi e le analogie possono servire a evidenziare i punti chiave del discorso, rendendoli più salienti e di facile assimilazione.

Questo articolo è parte di una serie dedicata ad imparare a scrivere:

Imparare a scrivere: muovere i primi passi

Vincere la paura del foglio bianco

La scrittura tecnica

Recommended Posts